Se avete materiale che a vostro giudizio, può interessare il blog
e non c'è altro mezzo, per poterlo utilizzare, che quello di acquistarlo,
siamo disposti anche a farlo
contattate
dersu54.g@gmail.com


Si accettano donazioni, scannerizzazioni o registrazioni

mercoledì 29 maggio 2013

FRANCA RAME (18 luglio 1929 - 29 maggio 2013)


Che anno crudele, non ci da tregua. Non si fa in tempo a ricordare la perdita di un testimone  della nostra stagione che già ci raggiunge la notizia che un altro  ci ha lasciato:
 
Addio Franca
 icona di tante battaglie sociali, portate avanti con la passione che ti ha sempre distinto.
 
dersu, memories, giancarlo

la "CAMERA VERDE"


Ci stiamo trasformando sempre più da testimoni in reduci di quel ventennio (anni 54-74) che ha cambiato profondamente, in una globalizzazione totale, tutto il pianeta, specializzandoci, purtroppo in annunci funebri che alimentano i ricordi  della nostra "CAMERA VERDE".
 

 
2014

  • Joe Cocker (22 dicembre)
  • Udo Jurgens (21 dicemnbre)
  • Virna Lisi (18 dicembre)
  • Manuel De Sica (5 dicembre)
  • Fabiola del Belgio (5 dicembre)
  • Alfredo Cohen (2 dicembre)
  • Paolo Mosca (30 novembre)
  • Lucilla Morlacchi (13 novembre)
  • Manitas de Plata (5 novembre)
  • Augusto Martelli (3 novembre)
  • Renato Sellani (1 novembre)
  • Jack Bruce (25 ottobre)
  • Christopher Hogwood (24 settembre)
  • Giuliana Berlinguer (15 settembre)
  • Lauren Bacall (12 agosto)
  • Giorgio Gaslini (29 luglio)
  • Johnny Winter (16 luglio)
  • Nadine Gordimer (14 luglio)
  • Lorin Maazel (13 luglio)
  • Charlie Haden (11 luglio)
  • Gerry Goffin (19 giugno)
  • Horace Silver (18 giugno)
  • "Bambi" Fossati (7 giugno)
  • Mario Missiroli (19 maggio)
  • Jerry Vale (18 maggio)
  • Gabriel Garcia Marquez (17 aprile)
  • Aldo Braibanti (6 aprile)
  • Gerardo D'Ambrosio (30 marzo)
  • Alain Resnais (1 marzo)
  • Paco De Lucia (25 febbraio)
  • Francesco Di Giacomo (21 febbraio)
  • Gianni Borgna (20 febbraio)
  • Shirley Temple (10 febbraio)
  • Pete Seeger (27 gennaio)
  • Riz Ortolani (23 gennaio)
  • Claudio Abbado (20 gennaio)
  • Arnoldo Foà (11 gennaio)


 

2013
 
  • Roberto Ciotti (31 dicembre)
  • Peter O'Toole (15 dicembre)
  • Angelo Rizzoli (12 dicembre)
  • Gipo Farassino (11 novembre)
  • Jim Hall (10 novembre)
  • Rossana Podestà (10 dicembre)
  • Nelson Mandela (5 dicembre)
  • Tony Musante (28 novembre)
  • Doris Lessing (17 novembre)
  • Lou Reed (27 ottobre)
  • Luigi Magni (27 ottobre)
  • Gianni Ferrio (21 ottobre)
  • Noel Harrison (19 ottobre)
  • Carlo Lizzani (5 ottobre)
  • Giuliano Gemma (1 ottobre)
  • Aldo Reggiani (27 settembre)
  • Roman Vlad (21 settembre)
  • Jackie Lomax (15 settembre)
  • Jimmy Fontana (11 settembre)
  • Alberto Bevilacqua (9 settembre)
  • J.J. Cale (27 luglio)
  • Pino Massara (24 luglio)
  • Emile Griffith (23 luglio)
  • Margherita Hack (29 giugno)
  • Emilio Colombo (24 giugno)
  • Bobby Bland (23 giugno)
  • Claudio Rocchi (18 giugno) 
  • Franca Rame (29 maggio)
  • Little Tony (27 maggio)
  • George Moustaki (23 maggio)
  • Giulio Andreotti (6 maggio)
  • Anna Proclemer (25 aprile)
  • Richie Havens (22 aprile)
  • Emilio Pericoli (9 aprile)
  • Annette Funicello (8 aprile)
  • Regina Bianchi (5 aprile)
  • Franco Califano (30 marzo)
  • Enzo Jannacci (29 marzo)
  • Pietro Mennea (21 marzo)
  • Alvin Lee (6 marzo)
  • Armando Trovajoli (28 febbraio)
  • Kevin Ayers (18 febbraio)
  • Tony Sheridan (16 febbraio)
  • Mario Zelinotti (1 febbraio)
  • Mariangela Melato (11 gennaio)
  • Patti Page (1 gennaio)
     
2012
 
  • Febo Conti (16 dicembre)
  • Alida Chelli (14 dicembre)
  • Ravi Shankar (11 dicembre)
  • Dave Brubeck (5 dicembre)
  • Pino Rauti (2 novembre)
  • Corrado Lojacono (22 ottobre)
  • Andy Williams (25 settembre)
  • Roberto Roversi (14 settembre)
  • Neil Armstrong (25 agosto)
  • Scott McKenzie (18 agosto)
  • Renato Nicolini (4 agosto)
  • Jon Lord (16 luglio)
  • Danpa (Dante Panzuti) (5 giungo)
  • Robin Gibb (20 maggio)
  • Dietrich Fischer-Dieskau (18 maggio)
  • Donna Summer (17 maggio)
  • Eric Charden (29 aprile)
  • Giorgio Consolini (26 aprile)
  • Miriam Mafai (9 aprile)
  • Giorgio Chinaglia (1 aprile)
  • Earl Scruggs (28 marzo)
  • Lucia Mannucci (7 marzo)
  • Lucio Dalla (1 marzo)
  • Ben Gazzarra (3 febbraio)
  • Etta James (20 gennaio)
  • Nanni Ricordi (15 gennaio)
  • Carlo Frutterio (15 gennaio)
  • Mario Maranzana (11 gennaio)
 
2011
 
  • Giorgio Bocca (24 dicembre)
  • Saverio Tutino (28 novembre)
  • Lucio Magri (28 novembre)
  • Joe Frazier (7 novembre)
  • Armandino (22 ottobre)
  • Edmundo Ros (21 ottobre)
  • Mu'ammar Gheddafi (20 ottobre)
  • Pete Rugolo (16 ottobre)
  • Clara Jaione (6 ottobre)
  • Bert Jansch (5 ottobre)
  • Sergio Bonelli (26 settembre)
  • Walter Bonatti (13 settembre)
  • Gino Latilla (11 settembre)
  • Lia Scutari (15 agosto)
  • Linda Christian (22 luglio)
  • Antonio Prieto (14 luglio)
  • Peter Falk (23 giugno)
  • Wild Man Fischer (16 giugno)
  • Enzo del Re (6 giugno)
  • Peter Boom (26 maggio)
  • Gino Maringola (26 maggio)
  • Leoncarlo Settimelli (26 aprile)
  • Elizabeth Taylor (23 marzo)
  • Enzo Cannavale (18 marzo)
  • Nilla Pizzi (12 marzo)
  • Jane Russell (28 febbraio)
  • Annie Girardot (28 febbraio)
  • Suze Rotolo (24 febbraio)
  • George Shearing (14 febbraio)
  • John Barry (30 gennaio)
  • Mario Scaccia (26 gennaio)
  • Gene Colonnello (18 gennaio)
  • Lietta Tornabuoni (11 gennaio)

martedì 28 maggio 2013

LITTLE TONY (9 febbraio 1941 - 27 maggio 2013)



A me piace ricordarti mentre firmi la tua foto alle tappe del Cantagiro e nei balli di gioventù, sempre supergettonato alle festicciole tra amici.
Le tue canzoni sono state una parte importante per la generazione degli anni '60 che continuerà sempre ad ascoltarle, rivivendo con la tua voce, i momenti spensierati del passato.
 
Addio Tony,
 anche se i tuoi dischi ci daranno sempre l'illusione che sei tra noi.
 
dersu, memories, giancarlo


 
HITS
 
  1. 24 mila baci (celentano-vivarelli-fulci) 1961
  2. Bella pupa (pallavicini-cassano) 1961
  3. Il ragazzo col ciuffo (minardicassia-ciacci) 1963
  4. T'amo e t'amerò (amendola) 1963
  5. Quando vedrai la mia ragazza (giangrano-ciacci) 1964
  6. Non aspetto nessuno (ciacci-meccia) 1964
  7. Ogni mattina (chiosso-rickygianco-tony) 1965
  8. Riderà (fais la rir) (mogol-bernet-gerard) 1966
  9. Perdonala (mogol-capuano-ciacci) 1966
  10. Cuore matto (ambrosino-savio) 1967
  11. Peggio per me (tant pis pour moi) (bernet-mogol-gerard) 1967
  12. Un uomo piange per amore (gaspari-marrocchi) 1968
  13. Prega prega (claroni-ciacci) 1968
  14. Lacrime (claroni-ciacci) 1968
  15. La donna di picche (migliacci-farina-pintucci) 1968
  16. Bada bambina (meccia-migliacci-zambrini) 1969
  17. Solo per te (ciotti-fabi-gizzi) 1969
  18. Non è una festa (migliacci-tony) 1969
  19. La spada nel cuore (mogol-donida-battisti) 1970
  20. Azzurra (1971)
     

giovedì 23 maggio 2013

II° Conflitto mondiale (gennaio 1940)



[05] – (inizio gg. 127 - fine gg. 2067)  – L'Unione Sovietica riprende la politica di penetrazione nei Balcani: il primo atto a questa “offensiva” è la firma di un trattato commerciale con la Bulgaria.
[07] – (inizio gg. 129 - fine gg. 2065)  – Cambio della guardia al vertice delle gerarchie militari sovietiche: il comando della guerra contro la Finlandia è assunto dal generale Semen Konstantinovic Timosenko.
[08] – (inizio gg. 130 - fine gg. 2064)  – Nella zona di Soumussalmi i finlandesi, guidati dal generale Silasvuo, distruggono la 44ª divisione d'assalto sovietica.
 
 

[10] – (inizio gg. 132 - fine gg. 2062)  – A seguito di un incidente aereo e al  recupero di documenti segreti che esso trasportava, le autorità di Bruxelles vengono a conoscenza delle intenzioni aggressive di Hitler nei confronti del loro paese e dell'Olanda.
[13] – (inizio gg. 135 - fine gg. 2059)  - A causa delle condizioni sfavorevoli, Hitler rimanda dapprima di tre giorni (dal 17 al 20 gennaio) e successivamente alla primavera, l'attacco a Ovest.
[15] – (inizio gg. 137 - fine gg. 2057)  – Il Belgio, pur essendo a conoscenza delle intenzioni aggressive di Hitler, non consente alle truppe francesi e inglesi di attraversare il suo territorio, per non offrire un casus belli alla Germania.
 
IL SEGNO DI ZORRO (USA)
 
[16] – (inizio gg. 138 - fine gg. 2056)  – La Francia allestisce due nuove divisioni corazzate. Gli Alleati cominciano a preparare un intervento armato nella penisola scandinava.
[20] – (inizio gg. 142 - fine gg. 2052)  – Wiston Churchill alla radio londinese rileva la superiorità degli Alleati sul mare nei confronti della Kriegsmarine.
[27] – (inizio gg. 149  - fine gg. 2045)  – In un discorso alla Camera di commercio di Manchester, Churchill manifesta la sua perplessità e preoccupazione per quella guerra simulata e si chiede come mai la Gran Bretagna non ha ancora subito nessun bombardamento aereo.
[28] – (inizio gg. 150 - fine gg. 2044)  – I finlandesi attaccano bloccando la via per la ritirata ai sovietici.
[30] – (inizio gg. 152 - fine gg. 2042)  – Hitler annuncia che la prima fase della guerra si è conclusa con la distruzione della Polonia; la seconda fase potrebbe iniziare subito con una “guerra di bombe” per la quale Churchill aveva dimostrato tre giorni prima tanta impazienza.
 
UNA ROMANTICA AVVENTURA (ITALY)
 
 
 
  1. Norma Bruni - Amami di più (marf-mascheroni)
  2. Pina Granata e Nino Amorevoli - Bel soldatin (mazzoli-ala)
  3. Renzo Grimaldi - Biancaneve (marchionne-maraziti)
  4. Carlo Buti - Campane del villaggio (frati-raimondo)
  5. Vittorio Cappelletti - Canta per me (mendes-mascheroni)
  6. Gilberto Mazzi - Caramba (io songo spagnolo) (rastelli-panzeri-kramer)
  7. Carlo Moreno - Chitarratella (bonagura-ruccione)
  8. Carlo Moreno e Trio Lescano - Contadinella (aminta-casiroli)
  9. Carlo Buti - Cuore di mamma (marolla-trama)
  10. Trio Triestino - Donna Gelsomina (dole-di lazzaro)
  11. Gilberto Mazzi - Dove sei Lulù (marf-mascheroni)
  12. Orchestra Cinico Angelini - Evviva la torre di Pisa (rastelli-casiroli)
  13. Nino Amorevoli - Fanciulle belle (panzeri-mariotti)
  14. Rodolfo De Angelis - Finestra chiusa (bracchi-d'anzi)
  15. Lale Anderson - Lili Marlene (vers. 1939) (leip-schultze)
 
 
 
 

domenica 12 maggio 2013

VOLO MAGICO - Presentazione del libro

 
 
Domenica 19 maggio dalle 10,00 alle 19,00
 
5^ Giornata del Collezionismo Musicale
Barcelò Aran Hotel
Via Mantegna, 130 (zona ex-Fiera) Roma


ci sarà:
Ore 15,30
Presentazione del libro Volo magico – storia illustrata del prog italiano di Franco Brizi. Edizioni Arcana.
Un “librone” di 600 pagine con oltre 3000 fotografie. Una documentazione iconografica straordinaria finalmente raccolta e storicizzata, Per chi non c’era questo è un libro di storia della musica, uno strumento di conoscenza, di orientamento e di approfondimento, una monumentale guida all’ascolto. Dal 1970 al 1977, in ordine cronologico e alfabetico, tutte le uscite discografiche vengono presentate da centinaia di schede, dense di informazioni inedite, a formare una storia dell’evoluzione artistica e dell’industria discografica del periodo.
A parlare di questa monumentale opera, insieme all’autore, il responsabile editoriale Francesco Coniglio, il musicista Claudio Rocchi (che ha curato la prefazione) e, in un ruolo assolutamente inedito di appassionato di progressive, lo scrittore Giampiero Mughini.
Franco Brizi (Roma, 1958), critico musicale per le riviste specializzate Raro!, Classix e Musica Leggera. Collezionista e archivista di tutto ciò che ha a che fare con la cultura underground degli anni ’70 e il rock progressivo italiano. Ha pubblicato diversi libri e discografie illustrate, per Arcana ed ha curato insieme al giornalista Maurizio Becker il volume “The Beatles in Italy”.

VOLO MAGICO (Storia illustrata del rock progressivo italiano) di Franco Brizi


 
1970-1977: questa storia certo fonda radici in terreni pregressi. Chi ha fatto questa musica in quegli anni ascoltava le onde del beat americano e inglese, aveva scoperto il surf sulle onde delle diverse waves o invasions inglesi negli USA, americane in Europa, entrambe nel mondo. C'erano stati, prima, i poeti a declamare le loro poesie nei diversi luna park della mente e ancora prima i jazzisti a sostenere quelle parole nei reading. Avevamo visto orrori al napalm, ascoltato radio pirata, favoleggiato di viaggi interni prima ancora di partire, di regioni lontane ancora prima di conoscerle. Secchi gettati, assetati, nei pozzi delle tradizioni pagane e celtiche, magiche ed esoteriche. Un orecchio entusiasta, perchè no, alla rivoluzione che a Sanremo, visto con i calzoni corti, facevano Modugno o Joe Sentieri, Tony Dallara o Antoine, Sandie Shaw e la dolce Francoise Hardy. Tutto prima, tutto un pò prima ma segni indelebili nelle giovani menti di chi nel 1963 aveva visto i Beatles a TV7 al London Palladium; lamé scintillanti on stage, reggiseni e mutandine al vento in platea. Malori e flicks stupefatti a non capire, mentre sfilavano le ambulanze di svenimenti a raffica.
E allora qui da noi, quando ancora esistevano le case discografiche e le classifiche con vendite a cinque/sei zeri ogni settimana, c'erano il Cantagiro e i Rokes, l'Equipe 84 e i Corvi, i Nomadi, i Primitives e i Delfini, i Kings e i Profeti, i Camaleonti e il Clan, Ricky Gianco e i Satelliti, i Ribelli, Jeff Beck a svisare al Teatro Ariston con gli Yardbirds, Gene Clark pre-Byrds con i Minstrels di Barry McGuire.
E Dylan, che per primo metteva tutto in sintesi gloriosa a scartare cartelli con Ginsberg per un proto video storico? E Donovan con i suoi "colori" soffusi?
Quanti crediti deve il prog, come ogni linguaggio, a chi è venuto prima?
[...]

Claudio Rocchi
(dalla prefazione)
 
 


[...] In Italia c'è una variopinta scena beat e una breve stagione psichedelica. Psichedelia di provincia, mutuata dalle eccentricità dei Beatles e dalle cronache che giungono da Londra, ma capace di episodi sinceri come quelli che vedono protagonisti Le Stelle di Mario Schifano o Chetro e Co. [...]
Assistiamo quindi a episodi isolati in cui complessi, anche affermati o in via di affermazione, riescono nel miracoloso compito di traghettare la provinciale musica italiana verso lidi più maturi, verso una musica più colta e meno fisica, più cerebrale e meno istintiva. Nell'autunno del 1968 escono due album che, pur se diversi fra loro, manifestano il desiderio di cambiamento: STEREOEQUIPE dell'Equipe 84 e SENZA ORARIO, SENZA BANDIERA dei New Trolls. [...]
 
Innocenzo Reni
(dalla introduzione)


 
Questo libro celebra e documenta una delle migliori stagioni della musica italiana: il rock progressivo.   Chi oggi ha superato i cinquant'anni potrà godere la lettura e la visione con il caleidoscopio in 3D della propria esperienza, avendo vissuto in prima persona quegli anni fantasmagorici.   La forza evocativa di quest'opera è dovuta alle tremila immagini selezionale e pubblicate: le ristampe anastatiche degli articoli fondamentali tratti dalle riviste d'epoca: "Ciao 2001", "Sound Flash", "Muzak", "Super Sound"; le centinaia di copertine degli album e dei 45 giri a costituire la più completa discografia del rock progressivo italiano mai pubblicata; tutti i manifesti e le locandine dei festival e dei "raduni" di quegli anni, da Caracalla al Parco Lambro; i poster allegati alle riviste e i manifesti promozionali diffusi nei negozi di dischi dalle case discografiche.   Una documentazione iconografica straordinaria finalmente raccolta e storicizzata. [...]
 
(dalla cover del libro)

venerdì 10 maggio 2013

ROSSELLA FALK - APPLAUSE (commedia musicale) (1981)

 


side a)
  1. Overture - Orchestra
  2. Bla. bla. bla - Coro
  3. Pensa a come sarà
    "Bill" Marco Bonetti
  4. Io. Più io. Più io
    "Margo" Rossella Falk e coro
  5. La più bella serata della mia vita
    "Eve" Ivana Monti
  6. Ma chi è quella bambola là
    "Margo" Rossella Falk
  7. Applausi
    "Bonnie" Carla Brait e coro
  8. Benvenuta al teatro
    "Margo" Rosella Falk

side b)
  1. Intermezzo - Orchestra
  2. Buoni amici
    "Mike Gianni Bonagura, "Karen" Liù Bosisio, "Margo" Rossella Falk
  3. Torna qui
    "Margo" Rossella Falk
  4. Non è più della banda
    "Duane" Gino Pernice, "Bonnie" Carla Brait e coro
  5. Tu sei unica
    "Bill" Marco Bonetti, "Margo" Rossella Falk
  6. Quel ballo a scuola
    "Eve" Ivana Monti
  7. Qualcosa di più importante
    "Margo" Rossella Falk
  8. Applausi
    Tutta la compagnia



cover (DURIUM - RF 001)
look at commenti

DURIUM - RF 001
look at commenti

mercoledì 8 maggio 2013

ROSSELLA FALK - LETTERE DI UNA NOVIZIA di Guido Piovene (1962)

 



side a)
  • Ritratto della madre (dalla lettera I, Margherita Passi a don Giuseppe Scarpa)
  • La prima menzogna (dalla lettera I, Margherita Passi a don Giuseppe Scarpa)


side b)
  • Il delitto (dalla lettera XXII, Rita a don Paolo)
  • L'espiazione (dalla lettera XL, Rita a sua madre)



cover (ISTITUTO INTERNAZIONALE DEL DISCO - SIL 4086)
look at commenti

ISTITUTO INTERNAZIONALE DEL DISCO - SIL 4086
look at commenti

lunedì 6 maggio 2013

ROSSELLA FALK (10 novembre 1926 - 5 maggio 2013)

 


Ottima iniziativa quella di formare un complesso giovanile dove non vi siano capofila e il repertorio non debba sottostare alle forche caudine delle esigenze degli uni o degli altri.   E' davvero opportuno mettere in luce quali siano le tendenze in fatto di recitazione delle ultime generazioni e quali le loro possibilità, questa volta non sacrificate da nessun pedaggio.   [...]
 
Vito Pandolfi
("IL DRAMMA" - gennaio 1955)
 
 
 
 
 
 
un commoso saluto ........ in questa triste stagione romana, iniziata l'11 gennaio
 
 .........  un'altra luce del palcoscenico, si è spenta

venerdì 3 maggio 2013

II° Conflitto mondiale (novembre-dicembre 1939)

pubblicità - PIRELLI


novembre

[04] – (inizio gg. 65 - fine gg. 2129) il Congresso americano ratifica, la legge “Cash and Carry” che permette a Francia e Gran Bretagna di acquistare armi.
[08] – (inizio gg. 69 - fine gg. 2125) su istruzioni segrete dello stesso Hitler una bomba viene fatta esplodere contro uno dei sacrari del primo nazismo, la Burgerbraukeller, una celebre birreria di Monaco. La responsabilità viene fatta ricadere su Otto Strasser, ex nazista, oppositore di Hitler.

pubblicità - BEIERSDORF (Hansaplast)

 
[13] – (inizio gg. 74 - fine gg. 2120) i finlandesi interrompono le trattative con i sovietici e mobilitano le loro non ingenti forze non facendosi illusioni sull’esito della disputa.
[17] – (inizio gg. 78 - fine gg. 2116) si riunisce a Parigi il Consiglio Supremo Alleato. Viene deciso, in caso di attacco tedesco attraverso il Belgio, di difendere la linea Mosa-Anversa
 
 
[27] – (inizio gg. 88 - fine gg. 2106) i sovietici costruiscono il loro casus belli, accusando Helsinki di un bombardamento nel loro territorio di confine. Il governo finlandese nega che il fatto sia mai avvenuto.
[30] – (inizio gg. 91 - fine gg. 2103) l’esercito sovietico attacca la Finlandia
 
 

dicembre 

[02] – (inizio gg. 93 - fine gg. 2101) l’agenzia sovietica Tass annuncia la costituzione di un “governo popolare di Finlandia”, presieduto da Otto Kuusinen che esorta i finlandesi ad“abbattere l’oppressore” (governo legittimo) e ad accogliere “i liberatori” (soldati dell’Armata Rossa)
[07] – (inizio gg. 98 - fine gg. 2096) il gran Consiglio del Fascismo si riunisce al fine di valutare la posizione dell’Italia difronte alla guerra
pubblicità - LINETTI

 
[12] – (inizio gg. 103 - fine gg. 2091) Francia e Gran Bretagna forniscono un aiuto in armi (mitragliatori e mortai) alla resistenza finlandese che coperta dalla gelida nebbia, affrontava i carri armati lanciando granate e scagliando nelle loro feritoie un tipo di proiettile che diventerà ovunque noto col nome di “cocktail (o bottiglia) molotov”
[13] – (inizio gg. 104 - fine gg. 2090) il duce chiede a Graziani sessanta divisioni per un totale di un milione di italiani in armi
pubblicità - LLOYD TRIESTINO
 
 
[14] – (inizio gg. 105 - fine gg. 2089) l’URSS è espulsa dalla Società delle Nazioni per la sua aggressione alla Finlandia
[17]  – (inizio gg. 108 - fine gg. 2086) autoaffondamento della "corazzata tascabile" tedesca Admiral Graf von Spee nelle acque antistanti il porto di Montevideo.   Era responsabile dell'affondamento di molti mercantili inglesi nell'Atlantico settentrionale e tra Atlantico e Oceano Indiano al largo delle coste meridionali africane (la cosiddetta "guerra di corsa")
[22] – (inizio gg. 113 - fine gg. 2081) iniziano le trasmissioni di Radio Londra rivolte all’Italia


 
 




[24] – (inizio gg. 115 - fine gg. 2079) Celebrata in tutta Italia, in oltre 7 mila raduni , la consegna di 120 mila premi in denaro, per la “Giornata della Madre e del Fanciullo”.
 
 
 

[29] – (inizio gg. 120 - fine gg. 2074) i finlandesi, esperti di mimetizzazione invernale, ricacciano i sovietici dalla riva settentrionale del Lago Ladoga: i superstiti si disperdono in una fuga disperata.
 

Il sentimento antitedesco rimaneva più che mai vivo, come confermavano le reazioni alla notizia dell'attacco tedesco alle linee francesi avvenuto nel giorno di Natale e l'appoggio dato dalla Germania all'azione della Russia sovietica nei confronti della Finlandia.   Entrambe le azioni sottolineavano lo "spirito antireligioso, anzi ateo, che anima il Governo del Reich".   La conclusione era una sola:
 
La Germania è dunque decisamente filobolscevica, e non si capisce come, anche in questo, l'atteggiamento assunto dal Governo di Berlino si concili con lo spirito nettamente antibolscevico che anima non solo il Regime Fascista, ma tutto il popolo italiano, e con lo stesso spirito antibolscevico dal quale è sorta, e sul quale si basa l'alleanza italo-germanica.   Per il quale motivo si commenta che, specialmente in questi ultimi anni, sono più gli elementi che ci dividono, che non quelli che ci uniscono alla Germania.
informatore della polizia (roma, 27 dicembre 1939)
 
 
 
 
 
 
 
  1. Lina Termini - L'ultimo amore (quarantotto-cambieri)
  2. Maria Jottini & Trio Lescano - Maramao perchè sei morto (consiglio-panzeri)
  3. M° Pippo Barzizza - Qualcuno di questi giorni (brooks)
  4. Norma Bruni - Notte (buzzacchi)
  5. Remo Turchi (Renzo Mori) - Passeggiando per Milano (mascheroni-marf)
  6. Carlo Buti - Non t'amo più (tosti)
  7. Nuccia Natali - Un'ora sola ti vorrei (bertini-marchetti)
  8. Silvana Fioresi - Besame (Baciami) (severin-gi erre)
canzoniere
 

giovedì 2 maggio 2013

II° Conflitto mondiale (ottobre 1939)




ottobre


[01] – (inizio gg. 31 - fine gg. 2163) I delegati di 21 stati americani, riuniti a Panama, decidono di istituire lungo le coste dei rispettivi paesi una “zona di sicurezza” profonda da 300 a 600 miglia entro la quale ogni azione bellica costituirebbe un atto ostile verso lo Stato interessato. - in Italia, per esigenze di produzione bellica, la settimana lavorativa è riportata a 48 ore (anche il sabato si torna al lavoro)
[06] – (inizio gg. 36 - fine gg. 2158) In un discorso al Reichstag, Hitler lancia un appello per la pace proponendo alle potenze occidentali di riconoscere il nuovo status quo nell’Europa orientale.
pubblicità - OLIVETTI
[08] – (inizio gg. 38 - fine gg. 2156) la Germania si riannette i territori polacchi che le erano stati sottratti alla fine della I guerra mondiale dal Trattato di Versailles. La chiesa cattolica polacca, un simbolo del patriottismo del Paese, va incontro a un’implacabile persecuzione.
[12] – (inizio gg. 42 - fine gg. 2152) Il premier inglese respinge l’appello di pace lanciato da Hitler. Stalin presenta al governo finlandese la proposta per uno scambio di territori.
pubblicità - ESSO
[14] – un sommergibile tedesco penetra nella base navale inglese di Scapa Flow, nelle isole Orcadi, e affonda la corazzata Royal Oak di 29.000 t. (786 morti).  Inziano i combattimenti marittimi anglo-tedeschi, dovuti anche al blocco marittimo inglese
[16] – (inizio gg. 46 - fine gg. 2148) aerei tedeschi attaccano navi inglesi nel Firth of Forth danneggiando due incrociatori e un cacciatorpediniere
[19] – (inizio gg. 49 - fine gg. 2145) firmato ad Ankara il patto di mutua assistenza tra Turchia, Francia e Gran Bretagna


[30] – (inizio gg. 60 - fine gg. 2134) l’URSS annette i territori polacchi occupati, persi con il trattato di Riga del 1921 a fine della guerra tra Mosca e Varsavia. Il patriottismo polacco è controrivoluzionario per definizione.
[31] - (inizio gg. 61 - fine gg. 2133)  Molotov chiede alla Finlandia che la frontiera, a 30 km. da Leningrado, fosse arretrata di "poche dozzine di chilometri" in cambio di un area molto più vasta , più a nord.
pubblicità - CHININA MIGONE
  1. Nuccia Natali - Voglio fischiettare (I love to whistle) (mchugh-adamson-willy)
  2. Otello Boccaccini - Amor di pastorello (bovio-nutile)
  3. Trio Lescano - La gelosia non è più di moda (schisa-rastelli-panzeri)
  4. Carlo Buti - Cosa importa del domani (olivieri-bertini)

    L' invasione - settembre 1939 (una guerra di 2194 giorni)






    settembre
    • [01] – (inizio gg. 1 - fine gg. 2193) Alle ore 4,45 l’esercito tedesco varca la frontiera polacca, è scattato il Fall Weiss (il “Piano Bianco”), come viene chiamata in codice l’operazione. Non hanno avuto alcun esito le esortazioni del presidente americano Franklin Delano Roosevelt, né le suppliche di papa Pio XII, né infine la proposta di mediazione lanciata alla ventitreesima ora da Mussolini: è la guerra. Ogni armata della wehrmacht ha una retrovia con il compito di catturare e all’occorrenza uccidere aristocratici, giudici, giornalisti importanti, professori e chiunque altro potrebbe assumere una qualche forma di leadership per un eventuale futuro movimento di resistenza polacco.

    • [02] – (inizio gg. 2 - fine gg. 2192) Mentre ripropone la convocazione di una conferenza internazionale per fare rientrare il conflitto, conferenza che dovrebbe riunirsi il 5 settembre, l’Italia dichiara la propria non-belligeranza (non si dichiara neutrale, ma si astiene da iniziative belliche per impreparazione militare). Vengono emanate nuove leggi che instaurano un'economia di guerra: divieto di vendere carne giorni della settimana, divieto di usare ferro e cemento armato nelle costruzioni private, razionamento del carbone per il riscaldamento, prove di oscuramento elettrico.

    pubblicità - LA VOCE DEL PADRONE
     
    • [03] – (inizio gg. 3 - fine gg. 2191) Francia e Gran Bretagna entrano in guerra contro la Germania
    • [06] – (inizio gg. 6 - fine gg. 2188) Durante la notte il governo polacco lascia Varsavia
    • [12] – (inizio gg. 12 - fine gg. 2182) Cessano le effimere quanto inutili azioni francesi contro i tedeschi. Ormai tutti si rendono conto che è inutile tentare di aiutare la Polonia
    • [13] – (inizio gg. 13 - fine gg. 2181) a Modena, Enzo ferrari fonda l'azienda automobilistica
    • [16] – (inizio gg. 16 - fine gg. 2178) Varsavia è accerchiata dalle truppe tedesche
    • [17] – (inizio gg. 17 - fine gg. 2177) Affermando per bocca di Molotov che il governo polacco ha cessato di esistere l’URSS dà via libera alle sue truppe che procedono all’occupazione della Polonia orientale, come concordato nell’accordo di spartizione del 23 agosto.


    pubblicità - ALFA ROMEO
     
    • [18] – (inizio gg. 18 - fine gg. 2176) su pressioni tedesche il governo romeno interna i membri del governo polacco che il giorno prima hanno chiesto asilo alla Romania
    • [19] – (inizio gg. 19 - fine gg. 2175) L’Armata Rossa si congiunge con le truppe tedesche a Brest-Litovsk
    • [21] – (inizio gg. 21 - fine gg. 2173) gli ebrei rimasti nel territorio germanico vengono concentrati nelle città più grandi.
     
     
    • [27] – (inizio gg. 27 - fine gg. 2167) Assediata, bombardata dal cielo e da terra. Varsavia è costretta alla resa. (stime della sconfitta: 70.000 morti, 133.000 feriti, 700.000 prigionieri)
    • [28] – (inizio gg. 28 - fine gg. 2166) A Mosca, Von Ribbentrop e Molotov ridiscutono la spartizione della Polonia e ridefiniscono le sfere d’influenza dei due paesi
    • [30] – (inizio gg. 30 - fine gg. 2164) Si costituisce a Parigi un governo polacco in esilio
     
     
     
    pubblicità - RASELET
     
     
     
     
     
    1. Carlo Buti - Bocca Rossa (anepeta-bonagura)
    2. Kramer e i suoi Solisti - Carboni accesi (kramer)
    3. Margherita Beltrami - Amor che tace (borella-ramiro-simi)
    4. Maria Luisa Dell'Amore - Bel amì (mackeben-cortini-viviani)