Se avete materiale che a vostro giudizio, può interessare il blog
e non c'è altro mezzo, per poterlo utilizzare, che quello di acquistarlo,
siamo disposti anche a farlo
contattate
dersu54.g@gmail.com


Si accettano donazioni, scannerizzazioni o registrazioni

mercoledì 5 maggio 2021

Super Oscar - Oscar del Disco (ARISTON)



A settembre del 1974 la Ariston decide di immettere sul mercato una nuova serie di dischi a prezzo medio (2.500 lire)


Settembre 1974






a cui farà seguito nell'autunno dello stesso anno una nuova serie più economica
 






lunedì 3 maggio 2021

EMI Italiana

 


La EMI Italiana ha le sue origini dalla V.C.M., acronimo di “Voce del Padrone-Columbia-Marconiphon”.

La V.C.M. nacque nel 1931 dalla unione di tre società britanniche, che si erano fuse dando vita alla Electronic & Musical Industries (EMI), con le società italiane che avevano il contratto della loro distribuzione sul mercato nazionale.  I vertici furono sempre inglesi, nominati dalla EMI britannica

La V.C.M. mantenne la produzione delle differenti etichette, curandone la promozione e la distribuzione ed inserendo negli anni al loro interno, un certo numero di artisti nazionali, senza inserire alcun logo aggiuntivo a quello dell'etichetta.



l'acronimo appare sul retro delle copertine laminate, insieme al numero che ne distingue il modello  (EP/LP)



Nell’inverno del 1964 appare il logo della EMI inglese sulle cover di artisti inglesi.





A gennaio del 1965 il logo sarà presente su tutto il catalogo della V.C.M. con esclusione dell'etichetta americana “Liberty”.






Il catalogo mantiene l'acronimo fino al giugno 1966 quando sarà sostituito definitivamente dal logo inglese; la sua presenza resterà fino alla primavera del  1968



giugno 1966


Nel marzo 1967 esce la notizia della trasformazione in S.p.A.





Nella primavera del 1968 con il nr. di catalogo SCMQ 1791 cambia il logo "EMI" sulle copertine




e nell'agosto il cambiamento sarà presente anche sul foglio informativo delle novità "EMI" seguito dalla nuova dicitura


che nel 1970 sarà generalizzata, dopo una timida apparizione sulle copertine della nascente "Apple".




lunedì 19 aprile 2021

BLUEBELL RECORDS

 


Fondata nel 1959 da Antonio Casetta, con sede in Via Raffaello Sanzio 36 (a dicembre dello stesso anno verrà spostata in via Garian 52).    Per la direzione artistica venne chiamato Gianfranco Intra, affiancato da Gigi Movilia per l’Ufficio Stampa, da Germano Ruscitto per la produzione estera e da Roberto Calzoni per la presidenza.

Nel maggio del 1959, con la presentazione del suo catalogo, appare, sulla rivista “Musica e Dischi”, la nuova casa discografica (il catalogo era già apparso il mese precedente tra le novità).






Nel giugno si conclude l'accordo con la Col Pix (Columbia Pictures) e nel luglio appare la prima promozione della Bluebell




A dicembre dello stesso anno (1959) è completato l'accordo con la "Canadian American" e sul catalogo della "Bluebell" appare l'etichetta che in estate aveva conquistato il mercato americano, portando il duo italo-americano di Brooklin, fino alle primissime posizioni.
A novembre, durante le trattative autunnali, il disco era uscito su etichetta "Bluebell"







Le quattro etichette prodotte dalla "Bluebell Records" riportano il logo che ne attesta la concessione e la distribuzione sul mercato italiano.



mentre i nomi secondari delle diverse etichette non sempre avranno una busta dedicata e verranno commercializzati all'interno di una busta standard della casa madre.



A dicembre viene ufficializzata anche la distribuzione di una nuova etichetta italiana: la "Primary" che aveva visto i natali in quell'autunno.
La "Primary" era una etichetta della Ri-Fi Records Company di Milano costituitasi inizialmente per la produzione di dischi pubblicitari pubblicati per varie aziende.



Il 1960 è un anno di sviluppo economico per la società italiana e la "Bluebell" investe in continue promozioni.






e nella primavera arriva un nuovo contratto con la Ri-Fi Records Company per la distribuzione di una nuova etichetta che nella prossima estate avrà la sua prima uscita.






Per la stagione estiva Casetta presenta una nuova entrata nella sua scuderia: Tony Dallara




che sarà seguito in autunno da Piero Ciampi