Se avete materiale che a vostro giudizio, può interessare il blog
e non c'è altro mezzo, per poterlo utilizzare, che quello di acquistarlo,
siamo disposti anche a farlo
contattate
dersu54.g@gmail.com


Si accettano donazioni, scannerizzazioni o registrazioni

lunedì 21 settembre 2009

SIPRA 1926-1966 (società italiana pubblicità radiofonica anonima)




È forse la prima volta che un lungo periodo storico, anzi uno dei più lunghi e rivoluzionari della storia, viene concentrato in un disco di musica leggera o magari leggerissima. Quarant'anni di motivetti, slogans, endecasillabi che prendono sottogamba la poesia, ma fanno la fortuna d'un prodotto di largo consumo....... In questo smisurato fiume di birra, aperitivi, brillantine, sciroppi, si riflettono come in uno specchio, forse deformante, ma realistico, i costumi di un'epoca ......
Nel pioneristico 1926, i temerari che affidavano alle vie dell'etere le loro "réclames", come venivano chiamate, si rivolgevano praticamente a quattro gatti. La radio era un lusso per gl'impiegati a cinquecento mensili e gli operai a due o trecento, che avevano spesso come unico svago la partita della domenica. Ma l'incremento delle vendite rateali, incoraggiate dal Governo, fece salire a razzo il numero degli utenti, che erano già decine di migliaia quando la pubblicità cominciò a spaziare nelle rubriche e negli "sketches", ribattezzati "scenette" per ordine superiore......
Dopo lo scossone della guerra, la pubblicità radiofonica riparte con gl'insetticidi, l'Italia non è soltanto coperta di rovine, ma anche di mosche. Ben presto, un nuovo lessico gronderà dalla radio, spray, tranquillante, pop-corns, coca-cola, scooter, fumetti, sprint, funzionale, super-razionale (il mito americano del confortevole, dell'automatico, del tutto pronto in dieci minuti, sta invadendo l'Europa) e un nuovo tipo di seduttore avanza verso le donne, che gli cascheranno letteralmente fra le braccia: l'elettrodomestico. Attraverso la pubblicità, diventa il polso del secolo, si può seguire la graduale trasformazione della massaia che risparmiava il centesimo, in lavoratrice che ha denaro da spendere e lo spende.
Se la nostra è la civiltà dei consumi, la donna vi recita una parte da protagonista.....

clara grifoni
dal "booklet" del disco



cover (fonit cetra - CT 6327)
http://www.mediafire.com/?zq99tvxcxiww1l6


Documentario di Edoardo Massucci a cura dell'ufficio stampa e p.r. della SIPRA (fonit cetra - CT 6327)
http://www.mediafire.com/?3m2eiq1zdnpdgnz

2 commenti:

  1. http://www.sipra.it/it/sipra/azienda/laStoria.html

    RispondiElimina
  2. http://it.wikipedia.org/wiki/Sipra

    RispondiElimina